Eugen Galasso, Recensione al libro di poesie d’amore “Amores”, 2014 (trascrizione dal ritaglio a stampa quasi illeggibile)

009

 

Giorgina Busca Gernetti, Amores, Youcanprint, Tricase (Le) 2014

Da sempre (da vari decenni, diciamo meglio) la studiosa di Lettere Classiche Giorgina Busca Gernetti scrive poesie dense di significati e di senso.

Con questo nuovo volumetto, Amores (evidente richiamo ad Ovidio), con titoli di sezione oltremodo chiari (Eros, Meminisse iuvat, Amores), troviamo una silloge completa di poesie d’amore in cui, nella sezione ovidiana Amores, troviamo dei Senhal, ossia quei momenti liminali dove emergono “sensazioni apicali”, specialmente verso il Mezzodì, nella cultura araba e poi provenzale (lemma arabo ripreso dai Provenzali), ma anche, come precisa l’autrice (Nota dell’Autrice, p. 41) «frutto dell’immaginazione».

Poesie già edite, tranne qualche eccezione, precisa ancora la classicista-poetessa, con citazioni infra-sezione da Saffo e Mimnermo, dove il tema dominante è il ricordo, ma ancor di più la memoria (Meminisse iuvat appunto) con un gioco sempre notevolissimo di rimandi interni, quasi a dei ricordi quale “memoria”, appunto.

Dall’evocazione epica (in ogni poema epico, dai Poemi “omerici” al finnico Kalevala al poema indiano Mahabaratha, al, a noi più vicino geograficamente e culturalmente, – aveva potentemente influenzato l’Antico TestamentoPoema di Gilgamesh) alla poesia lirica d’amore fino almeno agli chansonniers e a Bob Marley l’«I remember», il ricordo è fonte necessaria.

Qui, nell’ottima poetessa lirica Busca Gernetti, anche con riferimenti a Cesare Pavese, spesso a torto “olvidado” come poeta e più rivalutato invece come organizzatore e polemista culturale, come romanziere e traduttore, dove il riferimento è anche straniante, distorcente, rimodulante, esso assume toni di grande chiarezza e verità esistenziale, senza mai perdere la chiarezza icastica del verso, decisamente di matrice classica («Ora t’ho ucciso, amore. / T’ho ucciso soffocando nel mio animo / la viva fiamma che ardeva di porpora, / splendente come il sole nel deserto», da L’amore è morto, op. cit., p. 38).

In gran parte le poesie sono in versi endecasillabi e settenari scanditi in strofe (metro classico); altre, invece, non meno pregevoli, sono in metro libero. Come si vede, allora, il verso libero e lo stile talora colloquiale non contrastano affatto con la classicità, cui l’autrice non dimentica mai di riferirsi, anzi, la completano e aggiornano, rinnovandola e facendola rivivere sempre, in nuove forme e con modalità felicemente nuove.

 

Recensione di Eugen Galasso

Pubblicata sul periodico semestrale La Gazzetta di Bolzano, n.46 / 2015

 

 

Annunci

Informazioni su Giorgina Busca Gernetti

Amo la poesia, la musica classica, la danza classica, il canto lirico, l'arte, l'archeologia, i fiori, gli animali e il mare. Compongo poesie fin dall'adolescenza, benché abbia iniziato tardi a pubblicarle. Scrivo anche racconti, recensioni o saggi artistico-letterari. Sono nata a Piacenza e mi sono laureata con lode in Lettere Classiche all’Università Cattolica del S. Cuore di Milano. Sono stata docente d’Italiano e Latino nel Liceo Classico di Gallarate, città dove tuttora vivo. Ho studiato pianoforte presso il Conservatorio Musicale di Piacenza. Sono socia di Centri culturali prestigiosi come il “Pannunzio” di Torino, “Novecento Poesia” di Firenze e l’“Accademia Internazionale d’Arte Moderna” di Roma. Ho pubblicato per Genesi di Torino i libri di poesia "Asfodeli" (1998), "La luna e la memoria" (2000), "Ombra della sera" (2002) e "Parole d’ombraluce" (2006); per le Edizioni del Leone di Venezia il libro "Onda per onda" con prefazione di Paolo Ruffilli (2007); per Youcanprint il libro di poesie d'amore "Amores" con introduzione dal "Simposio" di Platone (2014). Mi sono state pubblicate come 1° premio quattro sillogi di poesie: "Nell’isola dei miti", ALAPAF, Bagheria 1999; "La luna e la memoria", Edizioni del Cenacolo, La Spezia 2000, poi confluita nell’omonimo libro maggiore; "La memoria e la parola", ETS – Il Portone Letteraria, Pisa 2005; "L’anima e il lago", con prefazione di Giuseppe Panella della Scuola Normale Superiore di Pisa, Pomezia-Notizie, Pomezia 2010; seconda edizione con Nota dell'autrice e Rassegna critica per Youcanprint, Lecce 2012 . Il mio saggio critico "Itinerario verso il 27 agosto 1950" è stato pubblicato nel 2009 dal Centro “Pannunzio”, nei suoi “Annali” 2008/2009, per il Centenario della nascita di Cesare Pavese. Per la Puntoacapo Editrice di Novi Ligure ho pubblicato nel 2011 un inserto di sette racconti nell’Almanacco Dedalus n. 1 ("Sette storie al femminile"). Nel 2012 ho pubblicato in volume singolo il saggio pavesiano "Itinerario verso il 27 agosto 1950" per le Edizioni Youcanprint di Lecce. Le "Sette storie al femminile", con Prefazione di A.G. Pessina e Nota dell'Autrice, sono uscite in volume individuale per Youcanprint, Lecce 2013. Nel 2014 ho pubblicato per Youcanprint il libro di poesie tutte d'amore intitolato "Amores", con introduzione di Platone dal "Simposio". Nel 2015 è uscito per Polistampa, collana "Sagittaria", il mio libro di poesia "Echi e sussurri", con prefazione del prof. Marco Onofrio e postfazione-nota editoriale del prof. Franco Manescalchi. Bellissime recensioni Mie poesie, talora tradotte in varie lingue straniere, qualche racconto e saggio artistico-letterario figurano in riviste e antologie anche per la scuola. Sono stata inclusa in alcune storie della letteratura contemporanea e in varie opere di critica letteraria. Eminenti critici hanno espresso giudizi di consenso sulla mia poesia e narrativa. *************** Questo blog non è una "testata" giornalistica e non è aggiornato con regolare periodicità. Privo dei due requisiti che lo dovrebbero contraddistinguere, non può pertanto considerarsi un "prodotto editoriale" ex lege 7/3/2001, n.62. Non è quindi soggetto alle disposizioni e agli obblighi previsti dagli art.2 e art.5 della Legge n.47/1948.
Questa voce è stata pubblicata in recensione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...