Archivi categoria: narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni

L’ “appassionata speranza”- Incontro con Giorgio Bàrberi Squarotti (II Parte).

Originally posted on perìgeion:
? a cura di Silvia Rosa ? ? […] Io non vedo nulla, vecchia anima talpa che così poco scava dentro di sé, e preferisce le voci d’altri i libri d’altri i cataloghi gli archivi…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

9 aprile 2017: la scomparsa di Giorgio Bàrberi Squarotti. Un ricordo di Marco Onofrio

Originally posted on Del cielo stellato:
Giorgio Bàrberi Squarotti presso la sede della casa editrice Edilazio (22 ottobre 2012) Due giorni fa è morto nella sua Torino Giorgio Bàrberi Squarotti, l’ultimo decano della critica letteraria novecentesca. EdiLet ha avuto l’onore…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Ivano Mugnaini. Recensione al libro di poesia “Echi e sussurri”, Polistampa “Sagittaria”, Firenze 2015

  Il titolo del libro contiene un primo segno, un’indicazione, una rotta per orientarci in un mondo multiforme, fatto di zone geografiche interiori ed esteriori, epoche e luoghi diversi e un sistema speculare e sofisticato che consente di osservare un … Continua a leggere

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Paul Celan e Ingeborg Bachmann – Il tempo degli amanti impossibili, di Maria Grazia Di Biagio

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Paul Celan e Ingeborg Bachmann si conobbero a Vienna nel 1947. Lei ventenne, studentessa in filosofia, figlia di un nazista, lui ventiseienne ebreo rumeno scampato ai campi di sterminio, di passaggio a Vienna,…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Divagazioni leggendo Celan, di Narda Fattori

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
La memoria trattiene e cuce con filo inestricabile gli eventi della nostra storia, eventi che per essere ancora presenti e interagenti strutturano significati e come tante piccole mani aprono varchi al nostro sguardo…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Tre poesie di Paul Celan da “Sprachgitter”

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Il terzo volume di poesie pubblicato da Paul Celan nel 1959 porta il titolo Sprachgitter tradotto in “Grata di parole”, che in tedesco letteralmente sta a significare la grata attraverso cui avviene il…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

I poeti elegiaci greci: Solone

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Solone è stato un legislatore e poeta greco ( Atene 640/630 a.C. – ivi 560/559). Eletto arconte a partire dal 594-593, elaborò,  secondo la tradizione, una nuova legislazione per ristabilire l’ordine turbato da…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Per i 130 anni dalla nascita di Georg Trakl (3 febbraio 1887-3 febbraio 2017): Furio Durando traduce e commenta “L’orrore”

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
L’orrore (1909) Mi vidi andar per stanze desolate. Sul fondo blu danzavano pazze le stelle, e dai campi ululavano fortissimo i cani, e tra le foglie in alto il favonio frugava furioso. D’un…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

DINO CAMPANA, VISIONARIO ALLA RIMBAUD

Originally posted on LIMINA MUNDI:
La poesia di Dino Campana costituisce un unicum nel panorama letterario del primo Novecento. Anche se al fondo della psicologia e dell’arte c’è un sentimento lacerante di esclusione e di disarmonia vicino a molti altri…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Il diario segreto della fanciulla: Anna Frank

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Anna Frank nasce nel 1929 a Francoforte sul Meno. Trasferitasi ad Amsterdam nel 1933, alla presa del potere da parte di Hitler, vive nascosta in un appartamento della città dal 1942 al 1944.…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Rainer Maria Rilke. La prospettiva di Euridice

Originally posted on Themadjack:
In un capitolo de “Lo spazio letterario”, intitolato “Lo sguardo di Orfeo”, Maurice Blanchot  interpreta la vicenda mitologica di Orfeo e Euridice. Il mito di Orfeo è raccontato da Ovidio nelle Metamorfosi. Euridice, giovane sposa, viene morsa…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Saggezza antica: 15 motti latini

Originally posted on Del cielo stellato:
Nulli est homini perpetuum bonum. [Nessun uomo può avere un bene perpetuo]. (Plauto) Minime sibi quisque notus est, et difficillime de se quisque sentit. [Ognuno di noi conosce pochissimo se stesso, e difficilissimamente sa…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Ivano Mugnaini. Recensione al libro di poesia “Echi e sussurri”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

  .     Echi e sussurri, di Giorgina Busca Gernetti Nota di lettura di Ivano Mugnaini Il titolo del libro contiene un primo segno, un’indicazione, una rotta per orientarci in un mondo multiforme, fatto di zone geografiche interiori ed … Continua a leggere

Pubblicato in critica letteraria, narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

Pascoli e i simboli della poesia, di Giorgio Bàrberi Squarotti (III)

Originally posted on Del cielo stellato:
da “Pascoli, la bicicletta e il libro” (EdiLet, 2012) Ironicamente, il Pascoli chiama con il nome di Fiore il ragazzo che ha collaborato a tagliare il pedale dell’alloro. Il vero fiore, oggi, è il…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento

Pascoli e i simboli della poesia, di Giorgio Bàrberi Squarotti (II)

Originally posted on Del cielo stellato:
da “Pascoli, la bicicletta e il libro” (EdiLet, 2012) Molto più limpido e netto è “Il cacciatore”, ma, al tempo stesso, fondamentalmente ambiguo. Il cacciatore non è il simbolo del poeta, che coglie al…

Pubblicato in narrativa, saggistica, arte, critica letteraria, recensioni | Lascia un commento